Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

giovedì 3 maggio 2018

UrbinoInAcquerello


2017 Inverno sull'altopiano di Asiago

Un passo dopo l'altro e gli anni appesantiscono
la bilancia della Vita. Ma i giorni memorabili
irrompono sempre, puntuali, non importa come,
semplicemente non si cancellano in alcun modo.
E' così segnata, la nostra vita, che rischiamo
di fare confusione, di non distinguere al meglio,
di sbilanciare i ricordi o di cambiarne il colore.
Ma la strada continua e gli appuntamenti pure.
Ora mi guardo indietro, solo ieri ripartivo da Urbino,
insieme a Cate, dopo un'esperienza forte nei colori e nell'arte.
La volevo collegata vivamente al viaggio di nozze in Assisi,
meta di riferimento molte volte, anche con i nostri figli,
punto di partenza per altre importanti avventure.


In visita alla mostra collettiva di 556 acquerellisti!

 Loggia del Palazzo Ducale

martedì 24 aprile 2018

2018 Festival Urbino in Acquerello


2017 Inverno sull'Altopiano di Asiago

Mi son preso un breve tempo di riflessione
prima di aderire alla proposta fattami da Rosalba Perucchini
di partecipare alla terza edizione di UrbinoinAcquerello.
Ho valutato alcuni soggetti possibili e poi ho scelto
di ispirarmi ad una foto di Adriana Benetti Longhini
che ringrazio di cuore per le splendide immagini
dell'Altopiano di Asiago che di continuo condivide
con il vasto pubblico per amore verso una terra unica.
Lassù il profondo silenzio tenta di mitigare ferite
di guerra che non guariscono mai del tutto.


martedì 17 aprile 2018

Nel bosco fitto, con l'acqua e con il sole


2018 Bosco in primavera - Acquerello

Oggi la giornata registra un aumento della temperatura,
il sole si impegna per prendere il sopravvento
ma le nuvole spesso ritornano a nasconderlo.
E' così che la primavera si vede solo a sprazzi
e si percepisce appena attraverso l'aria umida, 
soprattutto la mostrano gli alberi sparsi
che punteggiano di bianco i boschetti circostanti
e i fiori di tarassaco che illuminano praticelli vaghi
facendo da cornice viva anche alle strade trafficate.
La fascia verde delle nuove foglie sta modificando
il colore bruno e grigio delle montagne, lo si nota
benissimo percorrendo la valle, è come se il colore
si stesse arrampicando, diretto, con pazienza
ma con naturale costanza, alla conquista delle cime.
Si, una nuova stagione rinasce, comunque,
ed offre a noi, che viviamo nel tempo, la possibilità
di percepire - appena - un sentimento di eternità.

martedì 10 aprile 2018

Tracce di Colori - Biblioteca di Sarcedo


"Tracce di Colori"

Ho accolto volentieri e ho ringraziato con riconoscenza Paola
che da tempo mi chiedeva di esporre alcuni miei acquerelli
nella Biblioteca Civica di Sarcedo, Centro Culturale della cittadina.
Non seguo da vicino le mie opere quando escono dalla mia casa,
le lascio libere di dire di me e per me quello che le parole
spesso non possono raccontare del vissuto, dell'anima, dei desideri...

https://www.facebook.com/bibliotecacivica.disarcedo/posts/1928534924128524



mercoledì 28 marzo 2018

10 anni... volati! AUGURI MIO BLOG!!!


Interferenze bagnate - Acquerello astratto

Sono trascorsi 10 anni da quando, indeciso su come affacciarmi
sull'orizzonte di questo indefinito mondo per condividere i miei colori,
arrivò il suggerimento amichevole che mi spinse ad aprire questo mio BLOG.
Un tempo lungo, questa parte del mio cammino che mi porta dentro
la vecchiaia, in cui la mia vita ha dovuto fare i conti con molti aspetti
non sempre così facili da digerire. Tant'è, sono ancora qui e posso
lasciarmi condurre nel mondo prezioso dei colori ad ogni istante,
è sufficiente una pausa di silenzio, mi basta ascoltare intensamente
note amate, accostarmi alla mia finestra e osservare, grato, il cielo,
mai uguale, che sta sopra e avvolge questa splendida terra, fragile!

PITTORE
"Sguardi curiosi e intensi, di emozioni intrisi, 
continuamente attratti da forme e da colori, 
da strane atmosfere, da novità impreviste
 e verità, ai più nascoste. 
Pause d’incanto avvolte, profonde sensazioni, 
improvvise intuizioni, irreali visioni, 
sofferte ammissioni di limiti e illusioni. 
Ma ancora e sempre fantasie di fanciullo, 
incontenibili e salvifiche, sprazzi reali 
di esperienza anticipata, voglia di uscire 
dalla ristretta cerchia, di andare alla frontiera
aperta, di toccare il confine e incamminarsi oltre.
Richiamo e sete di pura conoscenza, 
mente per ricercare, occhi per non scappare, 
dita per colorare, sogni da spolverare, 
spirito per esaltare, amore per vivere 
e solo in parte scoprire la verità dei giorni.
(LUIS, 28 MARZO 2008)

venerdì 16 marzo 2018

Verso la Primavera

2017 Nel bosco

Stamane cielo azzurro intenso e profondo
e sole vivo che faceva brillare la neve
scesa nuovamente sulle cime circostanti.
Manca qualche giorno all'inizio della Primavera,
nel frattempo i fiori hanno ammantato
i prati a ridosso del bosco e lungo i rii
che cantano serenamente il ritorno della vita.
Pochi passi e ti puoi inoltrare nella meraviglia.

sabato 3 marzo 2018

Inverno, stagione della neve


Inverno - Acquerello gen. 13

Il pennello si muove leggero sul bianco della neve,
la ricerca non è così semplice, decidere dove
far iniziare il bosco di abeti è sempre una prova.
E' piuttosto lento il percorso e le soste aiutano
a meglio individuare il sentiero che porta
dentro il paesaggio. I toni sono freddi, anche se
in lontananza la luce calda del pomeriggio
si spande a rischiarare il monte e riscaldare
le ombre chiare che solcano il pendio.
Non vado oltre, curo solo alcuni particolari
e mi rivolgo con affetto ai segni di vita
che nascono qua e là donandomi colori.

mercoledì 10 gennaio 2018

Uomo e Natura


2018 Alberi spogli - Acquerello gen 3

La campagna è brulla e infreddolita.
Anche se la neve sì è presto sciolta,
rimane forte nell'aria il profumo bagnato
che accompagna sempre le nevicate.
Prima è il vento ad annunciare la neve,
non ti sbagli se sei nato e vivi nella terra
che via via hai imparato a conoscere
nelle sue più strane ma anche ripetute
manifestazioni. Per questo ai vecchi
è concesso di raccontarti di altri tempi 
che rimangono dentro l'anima e che a volte
sembrano ritornare per merito dei sensi
capaci di riconoscere, a distanza di anni,
umori e sensazioni mai del tutto scomparsi.
Così si accompagna il cammino dell'uomo
con quello di una Natura che non cessa
di manifestare con forza il suo Amore
per l'umanità, anche se ormai tradita.

domenica 7 gennaio 2018

Case nella neve

2017 Case nella neve - Acquerello dic 30

Ancora ho preso ispirazione da una foto di Adriana Benetti Longhini.
L'Altopiano di Asiago è il suo soggetto preferito ed è quindi per me
fonte molto importante cui attingere, al di là dell'ammirazione.
Quelle case strette tra loro danno la sensazione di una scelta precisa:
rimanere unite per difendersi meglio dal freddo polare che a volte
investe l'Altopiano. Un tempo le soluzioni degli uomini scaturivano
da una profonda conoscenza della natura, nella sua bontà e bellezza,
ma anche nei pericoli che le diverse stagioni potevano presentare.
Il rispetto della natura passa anche attraverso un forte legame
con lei, con le sue manifestazioni, con la piena coscienza
del ruolo che ci è affidato fin dall'inizio della storia umana.

martedì 2 gennaio 2018

Nuovi orizzonti


2017 Angolo di Venezia - Acquerello

"Bisogna aprirsi nuovi orizzonti!"
E' stata l'osservazione di Cate mentre io le manifestavo
la mia soddisfazione per la recente esperienza di Padova.
Ci confrontiamo spesso - quotidianamente -
sulla nostra storia, sul passato, nei suoi vari aspetti,
concordiamo nel considerare che le condizioni di vita
ci hanno condotti, a volte, in percorsi imprevisti
non rispondenti di certo ai nostri desideri e aspettative.
Ma, alla luce di quanto siamo finora riusciti a comprendere,
ogni giorno siamo grati alla Vita e ci auguriamo
che le tante sofferenze e disgrazie, di cui sentiamo dire,
stiano lontane il più possibile dai nostri figli e nipotino Rei, 
dai parenti tutti e amici e... E' un augurio che allarghiamo
con fiducia, per questo ci vogliono di sicuro orizzonti nuovi!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...