Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

domenica 31 dicembre 2017

Buon e Sereno Anno 2018


2017 Case nella neve - Acquerello 30 dic. (part.)

Le ore scorrono velocissime,
forse il forte desiderio del "nuovo"
spinge anche loro verso la mezzanotte.
Così, ci affrettiamo anche noi ad augurarci bontà, 
felicità, serenità, salute... si può dire che
quello che desideriamo per noi stessi
in questi frangenti lo auguriamo a tutti (quasi...).
Ma è nello spazio quotidiamo
che diventa difficile mantenere fede
ai sentimenti che scaldano la Festa.
Allora potremmo perlomeno tentare
di fermarci a riflettere un po' più spesso
sul senso di mantenere relazioni buone
con le persone, con gli esseri animati e non,
con il mondo intero e l'Universo Uno.

domenica 24 dicembre 2017

BUON NATALE!

2017 Inverno sull'altopiano di Asiago - Acquerello dic. 21 (part.)


Pensiero del giorno: venerdì 22 dicembre 2017
« La primavera, l’estate, l’autunno, l’inverno… Ogni stagione presenta alcune analogie con gli avvenimenti della nostra psiche, e l’inverno è il simbolo delle condizioni difficili della vita. Durante l’inverno, le energie degli alberi si concentrano nelle radici, dove iniziano un grande lavoro. In noi, le radici dell’albero corrispondono al subconscio, e durante l’inverno – vale a dire nelle difficoltà, nella sofferenza e nella solitudine – è lì che si ritirano le energie, nel nostro subconscio; tuttavia esse non rimangono inattive.
Vivere nell’inverno è certamente difficile, ma nell’inverno si prepara la primavera: ben presto tutto rinverdirà e fiorirà di nuovo… È dunque sufficiente essere pazienti e aspettare che le correnti risalgano fino alla coscienza e alla supercoscienza. Per facilitare questo processo, però, si devono conoscere alcune leggi: durante il periodo di freddo, non ci si deve lamentare né ribellarsi e neppure scoraggiarsi, ma solo accendere il fuoco dentro di sé e soffiarci sopra per riscaldare il proprio cuore e quello di tutti gli esseri. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

martedì 19 dicembre 2017

Introduzione all'astratto



Sui tavoli parte della produzione collettiva di sabato...



E' per merito di Anna Busato, acquerellista del Gruppo LVA,
che ho avuto l'opportunità di partecipare al corso:
"Introduzione all'Acquerello astratto", condotto da 
Francesca Lagonia a Padova, nella sede di Artelier.
Ho colto la palla al balzo, sono ben consapevole 
che ad una certa età le occasioni si diradano 
e le forze non sono sempre all'altezza dell'impegno. 
Ma i due giorni sono stati pieni di colori e di gioia, 
le relazioni tra noi sono state molto buone,
addirittura il 2° giorno Antonella ci ha invitati 
a pranzo a casa sua, il risotto al radicchio era speciale,
in un ambiente sereno, luminoso, accogliente. 
Ancora posso constatare che la via è aperta 
e per questo posso semplicemente ringraziare,
anche per le suggestioni natalizie che la città mostrava.
Già Paola mi ha inviato le foto fatte al Pedrocchi,
la domenica mattina, appena prima di reimmergerci
nella gentile atmosfera dei colori vivi e liberi.

giovedì 14 dicembre 2017

Neve di dicembre


2017 Dopo la nevicata - Acquerello

Ci ha sorpresi domenica pomeriggio!
I monti che proteggono la Valle
erano già velati, ma lei, la Neve,
ha voluto arrivare fino al paese
per donare anche a noi, infreddoliti,
la gioia di percepire piccole faville
che si posavano sui volti incuriositi.
La visita al Mercatino di Natale,
allestito quest'anno sul piazzale
di Villa Velo, era già terminata,
portavamo con noi qualche acquisto
e l'ammirazione per quanti esponevano
le loro creazioni sfidando il gelo.

venerdì 1 dicembre 2017

La neve, voce del silenzio


Neve in Via Riello

"Eccoti, neve leggera, prima sorella, nata prematura, 
ti riposi sui tetti arancioni delle case e ti sciogli toccando 
le nere strade, i bambini devono essere distratti stamattina, 
è attraverso i loro occhi che ti guardo ed è a loro nome 
che ti saluto, essendo il tuo silenzio e il tuo candore 
ciò che nel mondo meglio si accorda 
con le loro risate di tutti i colori." 
Christian Bobin - Autoritratto al radiatore
(AnimaMundi Edizioni)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...